Zona Rossa

Aperta parte di via della Bufera

Aperta una delle vie di Castelluccio, è stata tolta la zona rossa per parte di Via della Bufera.
Certo a molti può non sembrare un gran passo dopo più di due anni dagli eventi sismici, ma da considerare è il fatto che su questo tratto di strada ci sono due storiche attività di Castelluccio, un agriturismo e un negozio-degusteria.
Prima del sisma del 2016, via della Bufera era una delle vie più caratteristiche del paese, percorrendola si poteva ammirare il Pian Grande da un’insolita visuale.

Moltissimi sono i turisti che ben conoscono via della Bufera, grazie a Mariella e il suo agriturismo De Senari, e a Cinzia della BottegAlberobello, oggi grazie agli interventi effettuati le due attività sono di nuovo aperte.
Massimo rispetto va a chi con caparbietà e tenacia, ha fatto di tutto per riaprire le proprie attività, nelle strutture storiche, intervenendo sugli immobili danneggiati, evitando di consumare territorio in un luogo così delicato.
Domani (domenica 7 aprile) Cinzia e le sue figlie aspettano tutti per una piccola inaugurazione, per salutare la riapertura della degusteria, l’agriturismo De Senari sarà aperto stabilmente dal 12 aprile.

Da domani Castelluccio si arricchisce anche di due punti vendita aderenti al progetto OHF L’Erba che non Trema, proprio da Cinzia della BottegAlberobello e da Sara dell’agriturismo Il Sentiero delle Fate i turisti potranno comprare e assaporare i prodotti OHF a base di Canapa.
OHF, Organic Hemp Farm, nasce a Norcia dopo il terremoto del 2016, una filiera della canapa, che oggi riunisce sotto un unico marchio alcune aziende nursine e delle Marche, con progetti aperti in Toscana e nel Lazio.

Adesso speriamo che con la buona stagione i tempi si velocizzino, e anche le altre vie di Castelluccio siano aperte a tutti.