Monte Vettore

Monte Vettore la cima più alta del Parco dei Monti Sibillini

Il nome Vettore probabilmente deriva da Victor, vincitore in altezza sulle altre cime vicine.
Visto dall’alto Monte Vettore ha la forma di un ferro di cavallo, che inizia nella parte occidentale da Forca Viola (1936 m. slm) prosegue per cima del Redentore (2448 m. slm), il punto più alto del versante occidentale, snodandosi di seguito verso est e poi verso nord, formando un semicerchio di 1,6 km di diametro, fino alla sua massima vetta Vettore (2476 m. slm), nella provincia di Ascoli Piceno, da qui la cresta in direzione nord arriva fino a Monte Torrone (2117 m. slm).

Il ferro di cavallo sprofonda al suo interno sino a quota 1940 m. slm nel bacino del Lago di Pilato. Una pecularietà di Monte vettore è sicuramente il suo aspetto cosi diverso tra il versante umbro e il versante marchigiano.

Ad occidente il monte si innalza dal Pian Grande di Castelluccio per quasi 1000 metri, completamente spoglio di vegetazione, e anche se imponente la parete ha una sua dolcezza, interrotta solo a quota 2000 m. – 2100 m. da una frattura orizzontale (una faglia di 4 km), la “Strada delle Fate“, e il grande scoglio dell’Aquila. A oriente nelle Marche monte Vettore ci appare completamente diverso un’enorme massa rocciosa che incombe sui paesini sottostanti Pretare, Piedilama, creando un paesaggio indubbiamente dolomitico.

Lago di Pilato

Il Lago di Pilato, il cuore di Monte Vettore

Vai

Percorsi e trekking nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini

Visita la pagina delle  attività per scoprire i trekking organizzati, e la pagina dei percorsi per escursioni senza guida.

Disponibile anche in: Inglese